Seguici su:    
Top

Stilata la graduatoria dei progetti ammessi al finanziamento da 3,2 miliardi di euro

Tempo di lettura 1’30”

Sono 271 i vincitori del bando per la riqualificazione urbana.

Sono 271 i progetti presentati da Regioni, Comuni e Città Metropolitane, ammessi al finanziamento del Programma nazionale della qualità dell’abitare (PinQua) del Ministero per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibili (Mims) finalizzato a migliorare la qualità dell’abitare attraverso la riqualificazione urbana e l’inclusione sociale.

Ai fondi inizialmente previsti (854 milioni di euro fino al 2033, poi ridotti a 380 milioni), si aggiungono i 2,8 miliardi di euro del Fondo complementare al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), per un importo complessivo pari a quasi 3,2 miliardi di euro.

Le 271 proposte selezionate, precisa il MiMS, sono quelle che hanno passato la prima delle due fasi in cui è suddiviso il bando. Entro 240 giorni dalla pubblicazione del decreto ministeriale con la graduatoria, infatti, i soggetti finanziati dovranno inviare i progetti che l’Ente intende far partecipare alla gara e che l’Alta Commissione dovrà verificare entro i successivi 90 giorni.

In ogni caso, però, a prescindere dall’esito si dovrà “finanziare almeno una proposta per ciascuna regione (geograficamente intesa) ed erogare non meno del 40% delle risorse al sud”, questa l’ulteriore precisazione proveniente dal MiMS.

I progetti esclusi dal finanziamento, per un ammontare di circa un miliardo di euro, potrebbero essere recuperati in futuro utilizzando altre fonti di finanziamento.

Diversi gli indicatori considerati dall’Alta Commissione per stilare la graduatoria delle proposte arrivate:

Valutate la superficie residenziale che viene recuperata dal progetto e la maggiore inclusività sociale che esso genera.

Importanza data anche a indicatori di carattere sociale, culturale, urbano territoriale, economico-finanziario e tecnologico come l’apporto economico di fondi privati, la rispondenza alle politiche territoriali regionali, la sostenibilità ed efficienza energetica e la premialità al consumo di suolo zero.

Il primo in graduatoria – in termini di punteggio – è il progetto della Città metropolitana di Messina che si aggiudica quasi 100 milioni di euro, cui seguono i Comune di Brescia con 42 milioni, di Milano con 100 milioni, di Bari con 100 milioni, di Lamezia Terme con 99 milioni.

A seguire, in graduatoria troviamo i Comuni di Ascoli Piceno cui vanno 75 milioni di euro, di Genova con 87 milioni, la Regione Lombardia con 52 milioni, il Comune di Caserta con 14 milioni e quello di Foggia con 15 milioni.
Si tratta di un programma del tutto innovativo per il nostro Paese, la cui attuazione andrà a incidere positivamente sulla qualità della vita di migliaia di persone e di tante comunità attraverso la riqualificazione di aree urbane senza nuovo consumo di suolo” – ha detto il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini.

I Prodotti suggeriti

Membrana Amphibia

E’ una membrana impermeabile PRE-GETTO, reattiva al contatto con l’acqua, AUTO-RIPARANTE, AUTO-SIGILLANTE e AUTO-AGGANCIANTE al calcestruzzo.

È composta da un manto continuo polimerico multistrato, con funzionalità differenziata per una totale tenuta stagna delle strutture interrate dalle infiltrazioni d’acqua.

Rivestimenti impermeabili ad elevata deformabilità e versatilità d’impiego.

Ideali per l’impermeabilizzazione di superfici sottoposte a spinta idrostatica sia positiva che negativa.

progettista

Sei un progettista?

La migliore soluzione
di impermeabilizzazione
per i tuoi progetti?
Parliamone insieme.

privato

Sei un privato?

Hai problemi di infiltrazioni?
Chiedici un consiglio senza impegno.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE