Seguici su:    
Top
Amphibia Volteco impermeabilizzazione

L’approccio metodologico nella progettazione sottoquota e la sua operatività

Amphibia Volteco impermeabilizzazione

Tempo di lettura 2′

Per affrontare al meglio la progettazione degli interventi sottoquota in presenza di falda, è consigliabile indicare, in via preliminare, il filo logico che un progettista strutturale dovrebbe seguire, sia che si tratti di un nuovo edificio sia del recupero di una struttura esistente.

Le due fasi

Si possono individuare due fasi di attività progettuale: il pre-progetto e il successivo progetto vero e proprio.

La fase pre-progettuale, fase fondamentale per l’individuazione dei dati di progetto, dovrebbe considerare la determinazione del livello futuro dell’acquifero.

Tale indicazione, che ha lo scopo di mantenere impermeabili nel tempo le volumetrie interrate, dovrebbe essere normata, perlomeno a livello locale.

Molto spesso invece la falda di progetto è demandata alla sensibilità del progettista, che di conseguenza se ne assume la responsabilità anche in relazione ai danni che in futuro potrebbero verificarsi.

Attualmente, in mancanza di una normativa specifica (a livello nazionale o locale), il progettista potrebbe riferirsi alle scelte operate dagli enti preposti alla progettazione di opere interrate di grande interesse pubblico.

Durante la fase progettuale di opere strutturali in ambito interrato ed in presenza di acqua di falda si devono inoltre considerare due situazioni: quella di cantiere e quella di esercizio dell’opera.

Per quanto riguarda la prima fase vanno progettate tutte quelle opere provvisionali che consentano di realizzare lo scavo senza tubare i terreni adiacenti (da evitare soprattutto in centro città con probabile presenza di edifici di pregio al confine).

Solitamente si parla di paratie, diaframmi o micropali oltre alle opere di aggottamento necessarie a deprimere la quota della falda, al fine quindi di rendere asciutto il fondo scavo.

L’importanza dello specialista geotecnico

In caso di cantiere con acqua di falda importante e relativo aggottamento è buona norma affidarsi a un geotecnico che possa prevedere (ed evitare) dannosi assestamenti differenziali del terreno di fondazione degli edifici presenti a confine.

Successivamente si potrà procedere con la progettazione delle strutture che dovranno essere scatolari e impermeabili fino a quota campagna e in grado di contrastare le spinte idrostatiche orizzontali e verticali.

 

progettista

Sei un progettista?

La migliore soluzione
di impermeabilizzazione
per i tuoi progetti?
Parliamone insieme.

privato

Sei un privato?

Hai problemi
di infiltrazioni?
Chiedici un consiglio
senza impegno.

I Prodotti suggeriti

Membrana Amphibia

E’ una membrana impermeabile PRE-GETTO, reattiva al contatto con l’acqua, AUTO-RIPARANTE, AUTO-SIGILLANTE e AUTO-AGGANCIANTE al calcestruzzo.

È composta da un manto continuo polimerico multistrato, con funzionalità differenziata per una totale tenuta stagna delle strutture interrate dalle infiltrazioni d’acqua.

E’ una combinazione di elementi impermeabili per il trattamento dei giunti e delle fessure.

Composto da un NASTRO ELASTICO a base di polimeri elastomerici TPE e da un ADESIVO EPOSSIDICO bicomponente.

E’ un rivestimento impermeabile, polimero modificato bi-componente ad elevata deformabilità e versatilità d’impiego.

Ideale per l’impermeabilizzazione di superfici sottoposte a spinta idrostatica sia positiva che negativa.