Seguici su:    
Top

Riqualificazione ambienti interrati – i dettagli

Tempo di lettura 1’15”

Platea a basso spessore

Quando parliamo di ambito interrato, soprattutto in fase di riqualificazione di manufatti esistenti, una delle priorità dei progettisti strutturisti è quella di minimizzare gli spessori delle nuove strutture che si andranno a realizzare (rifodera impermeabile) in funzione delle sollecitazioni idrauliche cui saranno soggette.

Questo per ovvi vantaggi dal punto di vista economico e soprattutto delle volumetrie.

La realizzazione di platee a basso spessore con caratteristiche idrostatiche è infatti un vantaggio enorme.

Una membrana che possa essere applicata direttamente su terreno, su magrone o su precedente platea da impermeabilizzare e che grazie alle sue caratteristiche di auto-riparabilità, dia la possibilità di essere forata attraverso i ferri di armatura senza alcun problema di prestazione è evidentemente la soluzione più adatta in questi ambiti di intervento così delicati.

Caratteristiche che consentono quindi la connessione delle nuove strutture in cemento armato a quelle esistenti offrendo dei plus difficilmente replicabili con altre tecnologie presenti oggi sul mercato.

La continuità del manto impermeabile

In taluni casi le strutture interrate da re-impermeabilizzare presentano muri di partizionamento, e il mantenimento della continuità dell’impermeabilizzazione in questi casi, è condizione fondamentale per non inficiare il buon esito dell’intervento.

Con un’operazione, di alta specializzazione, è possibile sezionare orizzontalmente il muro e impermeabilizzare la fondazione in continuità e con totale tenuta.

La proprietà di auto-sigillatura dei sormonti della membrana e l’apposito nastro, installato per evitare qualsiasi possibilità di intrusione del getto di calcestruzzo tra i lembi dei teli impermeabilizzanti, scongiurano ogni possibilità di infiltrazione.

La muratura storica

Una situazione comune, quando si va a riqualificare un ambiente interrato, è quella di trovarsi davanti ad una muratura storica che sia in pietra, mattone, tufo, etc.

In questa situazione è fondamentale individuare una soluzione versatile e che possa offrire garanzia totale di tenuta soprattutto nel raccordo tra l’orizzontale e il verticale.

Grazie alla compatibilità della membrana idro-reattiva con malte impermeabili ad alte prestazioni questo è possibile, anche in situazioni limite con presenza di acqua di falda importante e/o parecchi metri sotto quota campagna.

I Prodotti suggeriti

Membrana Amphibia

AMPHIBIA 3000 GRIP è una membrana impermeabile PRE-GETTO, reattiva al contatto con l’acqua, AUTO-RIPARANTE, AUTO-SIGILLANTE e AUTO-AGGANCIANTE al calcestruzzo.

È composta da un manto continuo polimerico multistrato, con funzionalità differenziata per una totale tenuta stagna delle strutture interrate dalle infiltrazioni d’acqua.

E’ un intonaco fibrorinforzato di rivestimento con funzione impermeabile.

progettista

Sei un progettista?

La migliore soluzione
di impermeabilizzazione
per i tuoi progetti?
Parliamone insieme.

privato

Sei un privato?

Hai problemi di infiltrazioni?
Chiedici un consiglio senza impegno.